Archivi del giorno: Maggio 19, 2009

cosa leggono le donne?

tanto per iniziare leggono le etichette. io almeno me le leggo tutte. ho triplicato il tempo per fare la spesa e dimezzato le cose che metto nel carrello. niente merendine, biscotti, torte preconfezionate. niente che contenga grassi vegetali non specificati. l’olio di palma presente nella maggioranza dei prodotti, gelati compresi, è veleno per chi soffre di colesterolo o ha problemi di cistifellea. impossibile digerirlo diventa placca che si attacca dentro di noi dove prende prende…. quindi ho elimitato quasi tutte le cioccolate che non siano una in particolare che trovo solo alla Lidl. anche le più famose hanno stramaledetti oli vegetali che, mentre in germania sono specificati: oliva, arachide, mais, girasole, palma, colza…da noi no. e io non compro. c’è scritto strutto? viva! lo so, lo prendo se mi va! meglio lo strutto della palma. c’è burro? viva! ok lo affronterò…e poi leggono la corrispondenza. io leggo la corrispondenza che mio marito sembra analfabeta quando si tratta di Gentile cliente…e allora lotte con le tariffe, con la spesa dell’igiene ambientale, (ma quale spesa che IO porto tutto all’isola?) Hera per me potrebbe non viaggiare. con la spesa della tariffa bioraria dell'”Eneltruffa”, con la spesa della Telecom, abbaonamenti e “strozzamenti” lotte anche con mio figlio che a 19 anni no usa la testa, o forse non cellà, visto che una lettera indirizzata ai genitori di “MM” ci informa che il suddetto non ha ancora riconsegnato la pagella del primo quadrimestre. Ma povero, c’ha tanti pensieri lui…le donne leggono anche allo specchio, sul viso la sera, segni di desolata rassegnazione che la mattina lavano via prima di scendere a preparare la colazione.

latte e torta al cioccolato per lo smemorino.

lo sbadatino

ps: le donne leggono un libro in tandem con un amico che parla di romangna romantica e bella, poi fanno la tessera alla biblioteca e non si ricordano neanche il nome giusto dell’autore e del titolo da richiedere in prestito, quello che verrrà dopo la romagna e che segna la svolta della mia prima iscrizione alla biblioteca. son finalmente diventata grande.

8 commenti

Archiviato in cose che si dicono