l’insalata era nell’orzo

e una casa avevi tu! la canticchiavo spadellando, cambiando volutamente le parole. maramao mi ha sempre messo allegria e cercare parole in sostituzione di altre che per assonanza mi riportano al pezzo, pure. in questo caso poi…ho preso l’insalata oramai andata in bachetta, nell’orzo,orto.  le foglie che non erano da buttare, durette, lavate, sono finite in padella a stufare con poca acqua e sale, un trito di cipollina e dopo una ventina di minuti ho spento il fuoco e passato tutto al minipimer. una crema di lattuga non mi andava e allora ho preso tre pugni d’orzo, li ho sciacquati e li ho cotti nella crema. ho fatto freddare e poi ho aggiunto sale, pomodorini, pesto, zucchine cotte in padella e olio extra vergine. mangiato freddo, continuando a cantare. una goduria. il mio orzo maramao.

e vista la particolarità della cottura dell’orzo nella crema di lattuga dedico questa ricetta alla raccolta di gatto goloso cereali integrali in collaborazione con prometeo di urbino

non mi sento mai all’altezza per partecipare a raccolte, ma in questo caso credo che la trovata sia sfiziosa. e il taboulè che ho preparato oggi e che descriverò domani è tanto semplice e basico che parteciperà solo alla mia tavola. in privatissima riunione.

8 commenti

Archiviato in cose che si dicono, viva il piatto unico

8 risposte a “l’insalata era nell’orzo

  1. davvero molto sfiziosetta questa cremina con l’orzo, insalata prima, insalata poi….molto golosetta e fresca:)

    anch’io cantavo spesso questa canzoncina tramandatami da mamma e poi cantata ai miei figli piccolini chissà se la ricordano ancora, mioddio come passa il tempo!!!!

    • mogliedaunavita

      vola davvero il tempo. questa la cantavo anche io a al mio. questa e paolo conte, it’s wonderful. quando la sente mi strizza sempre l’occhio. grazie me lo hai fatto ricordare e associare.

  2. Mi hai ricordato che mia nonna faceva sempre gli spaghetti alla lattuga, chissà perchè ho rimosso completamente questa ricetta semplicissima che tanto mi piaceva. Quasi meglio come condimento che come insalata 🙂
    Ed è proprio con la nonna che cantavo sempre Marameo. Un bacio grande

    • mogliedaunavita

      le cucine dei ricordi sono quelle che ci abbracciano vero alex? sono anche quelle che avvicinano chi per età vicinissime non sono. non vedo l’ora di diventare nonna per cantare maramao a chi cucinerà con me. (obbligato col matterello in modalità minaccia) ricambio il bacio ale!

  3. orzo, pesto e pomodorini è un trio che amo moltissimo: e dire che l’ho scoperto solo un paio d’anni fa, abbandonando il tabù de *pesto solo sulle bavette*. Mi piace questa tua *jazz session orto-cucina 🙂
    Un abbraccio,

    wenny

  4. Che ridere, credevo che nessuno si ricordasse più “maramao perchè sei morto” 😀
    By the way, bella ricetta!
    A presto!
    Jas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...