Archivi tag: grancereale

grancereale a carnevale

come inz volevo fare i digestive. come afrodita ho generato un grancereale. buono però. per tentativi ho raggiunto la quasi ricetta perfetta per me. leggermente troppo dolce, leggermente. un biscotto da sgranocchiare a colazione. senza sentirsi troppo in colpa. tuffato nel latte. a carnevale travestito da grangenerale.

grangenerale ai cereali – ingredienti:

80 gr di burro danese salato,

80 gr di zucchero di canna (la prossima volta meno)

un cucchiaio di miele sciolto in due cucchiai di latte,

un cucchiaino di malto d’orzo

un tuorlo (la prossima volta con albume)

100 gr di farina integrale

100 gr di fiocchi ai 6 cereali tritati (marca Gea presi al mamma bio)

ho tritato i fiocchi di avena e li ho uniti alla farina, ho messo il burro a temperatura ambiente, mescolato, poi tuorlo, zucchero, miele e latte, malto. ho ottenuto un composto molto bricioloso che ho compattato con le mani. messo in frigorifero per una mezz’oretta, steso col matterello sul tagliere dove avevo cosparso altri fiocchi. tagliato con coppapasta e messo in forno a 180° per 15 minuti.

non mi piace il carnevale. non mi piace il travestimento obbligato. ho un brutto ricordo delle lotte scolastiche fra la schiuma, la farina e gli scherzi esagerati. l’ho sopportotato con partecipazione negli anni in cui non potevo far mancare il carnevale allo sparso e mi sono anche impegnata a realizzare carri e colonne sonore per la materna prima e per le elementari poi. ho partecipato a sfilate, carri, coriandolate con i ragazzie confermo. non mi piace il carnevale. mi piacciono le sfrappole, le castagnole, e le tagliatelle caramellate con lo zucchero e la buccia di limone. per fortuna che mamma loretta e nonna dina mi hanno adottata per farmi dono ogni anno di un vassoio di queste meraviglie che son maestre a realizzare. ringrazio stefj che mi ha obbligata ieri ad andare in piscina e mi ha portato il vassoio che mi farà vivere il carnevale tradizionalmente a tavola e a genny che ne ha mostrato la faccia d’arte.

domani le ceneri a ripulire e condonare. digiuno sacrificale per prepararsi al cambiamento e alla rinascita primaverile.

ps non capisco perchè perdo tempo a stirare i lini con giornino  se poi il risultato è quella stropiccera che si vede.

20 commenti

Archiviato in a colazione, biscotti, cose che si dicono